Sylvia o La ninfa di Diana

Vota questo articolo
(0 Voti)

Balletto in III atti

Musica :Leo Delibes;

Coreografia: Louis Merante,

Prima rappresentazione: Opera di Parigi 14 Giugno 1876.

Protagonista è Sylvia, ninfa della dea Diana ,che si diverte con le sue compagne in un parco sotto lo splendere della luna, attorno alla statua del Dio Amore .In un angolo ,ben nascosto Aminta,il pastore segretamente innamorato della ninfa,è intento ad osservare incantato gli scherzi delle ninfe. Malauguratamente ,viene scoperto e Sylvia, offesa dal sentimento del pastorello scocca una freccia contro la statua di Amore così da colpire Aminta. Quest ’ultimo,che si era gettato innanzi alla statua per proteggerla dal colpo, cade ferito mortalmente al suolo. La statua del Dio si vivifica e scaglia una freccia in direzione di Sylvia ,intanto, il cacciatore Orione,che aveva assistito alla scena ,appurata la morte di Aminta ,rapisce la ninfa e l’imprigiona in una grotta. Sylvia in preda alla brama di fuggire, implora il Dio Amore di aiutarla, in cambio sacrificherà a lui le sue armi. Così ,dopo aver circuito Orione ,inneggiando al Dio Bacco riesce a farlo ubbriacare e tempestivo Amore, accolta la richiesta della ninfa, accorre a liberarla .Nel mentre di tali vicende Amore aveva restituito la vita al povero Aminta svelandogli la sorte che aveva subito la sua povera amata ,allora, disperato per la scomparsa della ninfa, il pastore, si perde in uno straziante pianto .Si accorge ,senza perdere lucidità ,nonstante la sofferenza ,che sotto il velo di una schiava ,portata da un pirata , si cela il volto della bella Sylvia; i due si riuniscono ,ma neanche il tempo di ricongiungersi che sono costretti alla fuga rincorsi dal furioso Orione. Trovano riparo nel tempio della Dea Diana, tuttavia il cacciatore non si dà per vinto e si getta contro le porte del tempio con una scure indispettendo la Divinità. Questa si materializza e colpisce Orione con una freccia. Non contenta ,Diana,rivendica vendetta per l’oltraggio subito da Sylvia, la quale, dispiaciuta cerca di spiegarle il perché della sua rinuncia : l’amore per Aminta. A questo punto ,il pirata svela la sua reale identità: altri non è che il Dio Amore ,egli cerca di chiarificare alla Dea il gesto della ninfa convincendola ad unire, insieme a lui, i due giovani in matrimonio. Sono diverse le versioni esistenti di tale balletto : quella di Lev Ivanov e Pavel Gerdt per il teatro di Pietroburgo del 1901,quella di Frederick Ashton per il Covent Garden di Londra del 1952 oppure, ancora, la creazione nel 1950 di Balanchine ,un passo a due per il terzo atto del balletto… etc…

Letto 550 volte
Ultima modifica il 23 Gennaio 2017
Redazione Academie Du Ballet Classique

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultimi da Redazione Academie Du Ballet Classique

6 commenti

  • Ocsxct
    Ocsxct Mercoledì, 16 Dicembre 2020 19:13

    cialis generic brand - tadalafil cheap tadalafil generic tadalafil 40 mg

  • Aqbnvv
    Aqbnvv Mercoledì, 16 Dicembre 2020 16:43

    cialis 20mg - cialis 20 approved cialis

  • Tprusb
    Tprusb Martedì, 15 Dicembre 2020 07:43

    cialis non prescription - generic cialis price generic cialis india

  • Asbjvy
    Asbjvy Sabato, 07 Novembre 2020 18:11

    https://vardenedp.com/ - generic vardenafil levitra cost online vardenafil

  • Rudhac
    Rudhac Mercoledì, 04 Novembre 2020 18:15

    online cialis cialis or viagra Fdyjtx twmubh

  • Vlnvaz
    Vlnvaz Lunedì, 02 Novembre 2020 14:08

    best canadian online pharmacy http://canadianedpls.com/ Foqmeu wfcrtw

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

L'Accademia

Academie Du Ballet Classique , ad Avellino in Corso Vittorio Emanuele (Galleria Magnolia) vi accoglierà tutti i giorni con professionalità e dedizione per formare ballerine e ballerini.

Lunedì al Venerdi : 16:00~20:30

Telefono: (+39) 340 31 75 024