Sogno di una Notte di Mezza Estate

Vota questo articolo
(0 Voti)

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Balletto in 2 atti Coreografia: George Balanchine

Musica : Felix Mendelssohn – Bartholdy

Prima rappresentazione: New York City Center, New York City

Ballet 17 Gennaio 1962 Sono state elaborate altre versioni, tale opera ha appassionato diversi coreografi da Petipa a Fokin , ad Ashoton , a Spoerli ,Neumier ed altri.

 Il balletto riprende gli avvenimenti narrati nell’omonima opera di Shakespeare. I Atto In una foresta incantata due povere coppie di innamorati diventano oggetto di scherno del folletto Puck, autore di vari scompigli che accadranno a causa dell’utilizzo di una polverina magica capace di far innamorare chiunque di chiunque.

Ernia e Lisandro da un lato, Elena e Demetrio dall’altro, subiscono lo zampino del folletto burlone che inverte gli interessi delle coppie: Demetrio si invaghisce di Ernia senza essere corrisposto. Puck si introduce nella dimora della regina Titania (dove quest’ultima ha condotto il paggio conteso ad Oberon) per riappropriarsi del fanciullo e ricondurlo da Oberon, purtroppo, però, viene più volte allontanato dalle fate. Allora Oberon, arrabbiatosi per la disobbedienza di Titania, ordina a Puck di recuperare il succo di un fiore magico in grado di far innamorare chi ne viene cosparso della prima persona che gli appare avanti agli occhi.

Ovviamente Puck riesce nell’impresa e, trovato il fiore, lo consegna al suo padrone. Intanto crea, però, scompiglio tra le coppie facendo un uso improprio di questa polvere. Oberon, stanco di aspettare di recuperare il paggio, decide di recarsi di persona nella dimora di Titania per risolvere una volta per tutte la questione avvalendosi dell’aiuto della polvere. Quando la regina si risveglia, sotto l’influsso della magia, si innamora di Bottom, ovvero del primo volto che vede; Puck, infatti, lo aveva condotto nella dimora della regina mentre questa dormiva.

Cambia lo scenario, siamo, di nuovo, nella foresta: i due uomini si battono in duello per le donzelle, mentre le due donne litigano per i loro accompagnatori, così Puck ristabilisce l’armonia tra le coppie e le ricompone. Nel frattempo Titania si riaddormenta dando la possibilità ad Oberon di riutilizzare la polverina, in modo che al suo risveglio, sia lui la prima persona ad essere vista e possa quindi, la regina, invaghirsi di lui. Questo è esattamente quello che accade. II Atto La scena si apre sulle note della nota marcia nuziale. Entrano Ippolita e Teseo, ed insieme alle altre 2 coppie tutti festeggiano le tre unioni. Fanno un’apparizione finale, anche Oberon e Titania, ormai è nuovamente notte, ricompaiono fate, folletti che circondano Puck, questi chiude la scena portando via con sé quel che resta dei sogni.

Letto 499 volte
Ultima modifica il 16 Febbraio 2017
Redazione Academie Du Ballet Classique

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultimi da Redazione Academie Du Ballet Classique

Altro in questa categoria: « Romeo e Giulietta Napoli »

3 commenti

  • Riwrpk
    Riwrpk Domenica, 08 Novembre 2020 03:22

    https://vardenedp.com/ - vardenafil dosage https://vardenedp.com/ vardenafil price

  • Xvhfqd
    Xvhfqd Giovedì, 05 Novembre 2020 09:52

    tadalafil 10 mg tadacial.com Opfabv uxlxpy

  • Fbsfep
    Fbsfep Martedì, 03 Novembre 2020 06:24

    best canadian online pharmacy best online canadian pharmacy Bsnrpv snittt

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

L'Accademia

Academie Du Ballet Classique , ad Avellino in Corso Vittorio Emanuele (Galleria Magnolia) vi accoglierà tutti i giorni con professionalità e dedizione per formare ballerine e ballerini.

Lunedì al Venerdi : 16:00~20:30

Telefono: (+39) 340 31 75 024